blogimage
06
12 / 2021
  • Romimmobliare

Tra i bonus casa prorogati dalla Legge di Bilancio 2021 compare anche il Bonus Verde. Vediamo insieme cos’è, come funziona e a chi spetta.
Si tratta della possibilità di portare in detrazione Irpef una quota pari al 36% sulle spese sostenute per i seguenti interventi:
- sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
- realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.
L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che deve esservi la straordinarietà degli interventi; la detrazione non spetta infatti per le spese sostenute per la manutenzione ordinaria periodica dei giardini preesistenti, non connessa ad un intervento innovativo o modificativo.
La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliari ad uso abitativo.
Hanno diritto all’agevolazione i contribuenti che possiedono o detengono l’immobile, su base di un titolo idoneo, sul quale sono effettuati gli interventi e che hanno sostenuto le relative spese. Sono agevolabili anche le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali. In questo caso ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.
Il beneficio fiscale non è previsto per immobili aventi una destinazione diversa da quella abitativa, come negozi o uffici, che restano quindi esclusi.
Importante infine sapere che i pagamenti dovranno essere effettuati con strumenti tracciabili, quindi con bonifico bancario o postale, ma anche con bancomat, carte di credito o assegni.

Condividi

Consulta le nostre occasioni

La Casa che sogni è a portata di click a prezzi inferiori alla richiesta del mercato immobiliare.