blogimage
09
09 / 2021
  • Romimmobliare

Si trova a Roma, precisamente in via Celso, un caratteristico vicolo a due passi da Castel Sant’Angelo e dalla Basilica di San Pietro, la casa più piccola d’Italia.

Volete avere un’idea degli spazi? aprite le braccia, circa 1.8 metri: questa è la larghezza massima dell’ambiente. La lunghezza? non arriva a 4 metri! In soli 10 metri quadri, il mini monolocale, ristrutturato con materiali di pregio come mattoni a vista e soffitto in legno, possiede tutti i comfort degli appartamenti più grandi, ottimizzati per uno spazio così ridotto: il tavolo da pranzo è a scomparsa, c’è un divano-letto sul soppalco che separa la zona giorno dalla zona notte, un bagno con doccia, una tv a led con impianto hi-fi incorporato e la connessione wi-fi. Si tratta di un vero e proprio capolavoro di design e architettura, con cucina, bagno e soggiorno/stanza da letto. Ci sono mensole rimovibili all’occorrenza, una botola che si ribalta per aumentare la superficie del soppalco, un gancio con carrucola per riporre una valigia, due nicchie portaoggetti accanto al letto fungenti da comodini, un sottoscala contenente il boiler, l’impianto di areazione e una piccola lavatrice.

L’architetto, nonché proprietario, Marco Pierazzi, ha trasformato l’abitazione utilizzando tutta la sua creatività e lungimiranza per renderla il più accogliente possibile tanto che per diversi anni lui stesso vi ha vissuto con la moglie. Prima di diventare una casa era stata un’officina per motociclette, una carrozzeria e poi, più tardi, un’edicola. Questa è attualmente la casa abitata più piccola ma in realtà il primato della casa più piccola d’Italia spetta a una struttura lunga appena quattro metri edificata nel XVIII secolo nell’edificio della Basilica di San Pietro in Vincoli, a Roma, abitata fino agli anni Trenta del Novecento.

Condividi

Consulta le nostre occasioni

La Casa che sogni è a portata di click a prezzi inferiori alla richiesta del mercato immobiliare.