I tuoi risultati di ricerca

Permuta casa: come funziona?

Come stabilisce l’art. 1552 del Codice Civile: “la permuta è il contratto che ha per oggetto il reciproco trasferimento della proprietà di cose, o di altri diritti, da un contraente all’altro”. In poche parole, non è altro che uno scambio di case tra due proprietari senza alcun pagamento di un prezzo in denaro. 

Molte volte accade però che i due immobili non abbiano lo stesso valore, pertanto bisognerà aggiungere una differenza in denaro al fine di pareggiare la permuta della casa. In tal caso, è importante che il loro valore non sia molto distante e che la differenza di prezzo non sia troppo elevata altrimenti la trattativa potrebbe risultare più scomoda e complicata. 

Il vantaggio della permuta è sicuramente quello di non dover aspettare di vendere il tuo immobile per comprarne un altro o per avere la liquidità necessaria per comprare una nuova casa; inoltre, non dovrai richiedere nessun mutuo perché sarà proprio il tuo vecchio immobile a coprire la spesa di quello nuovo.

Infine, risparmierai anche sulle spese notarili; infatti, se con la compravendita tradizionale dovrai sostenere la spesa dell’atto di vendita e dell’atto di acquisto, con la permuta basterà un unico atto notarile e le spese quasi sempre sono divise tra le due parti. Anche le imposte ipotecarie e catastali sono da dividere, mentre l’imposta di bollo non è prevista.

La permuta casa è anche conveniente nel caso il tuo vecchio immobile valga di più di quello che stai acquisendo. Se permuti il tuo immobile da 300.000€ e ne acquisisci uno da 250.000€, l’altra parte dovrà darti una differenza di 50.000€; questo può tornarti utile nel caso in cui avessi bisogno di liquidità o nel caso in cui volessi reinvestire quei 50.000€ nella ristrutturazione dell’immobile per aumentare ancora di più il valore della casa.

Infine, possiamo distinguere la permuta in: 

  • permuta pura quando gli immobili hanno lo stesso valore e non c’è nessun scambio di denaro; 
  • permuta impura quando i due valori sono diversi e quindi è necessario versare una differenza in denaro.

Inoltre, se entrambe le parti sono soggetti privati si parla di permuta diretta, se la permuta avviene tra un soggetto privato e un costruttore o un’azienda si parlerà di permuta in conto vendita.

FONTE: Facile.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Confronto immobili